Carlo FINELLI

(Carrara 1782 – Roma 1853)


Busto di Paride


Marmo di Carrara
Alt. cm 70,5


Firmato e datato : C. Finelli F. 1820 / Paride Roma’

Descrizione

Nell’Iliade, Omero descrive il pastore Paride “… bello come un Dio.” Famoso per la sua partecipazione durante guerra di Troia e per la sua passione per Elena di Troia che gli sarà offerta in sposa da Venere.

Nel 1854, un anno dopo la morte dell’artista, il suo biografo Checchetelli scrisse che la scultura del Paride era andata perduta. Egli infatti era convinto che, dato che Finelli distrusse gran parte dei suoi modelli nel 1844 (e quindi anche il modello del Paride), questo busto non fosse mai stato realizzato in marmo. Il Paride fu quindi a lungo considerato perso, ma la riscoperta di questo busto però contraddice la supposizione fatta da Checchetelli.

Sebbene non si sappia con precisione per chi questa scultura fu realizzata, è però plausibile che essa sia stata commissionata da qualcuno dei suoi più importanti stimatori e collezionisti di arte. Tra essi ricordiamo il Duke of Devonshire, il Principe Anatole Demidoff, lo Zar Russo ed il Re di Bavaria.

 

Bibliografia:

G. Checchetelli, Carlo Finelli, cenni biografici, Roma, 1854
G. Hubert, La sculpture das l’Italie Napoleonienne, Parigi, 1964
B. Musetti, Calo Finelli (1782-1853), 2002; Praz, p. 142


 view